FRASE CELEBRE

"Il ciclismo mi mancherà certo, ma anche io, ne sono convinto, mancherò al ciclismo".

Marco Pantani


ciclismoAruotaliberA su youtube:

Loading...

Vota il nostro blog

Cerca nel blog

PRIMO PIANO

giovedì 27 maggio 2010

19a TAPPA. ATTO I°: SUL MORTIROLO, LA SALITA DI PANTANI

Dopo due giornate relativamente tranquille siamo pronti per la resa dei conti finale. Questa andrà in scena in tre atti tra venerdì e domenica e assegnerà il Giro d'Italia 2010. Pronti quindi con il I° Atto della battaglia finale: la Brescia-Aprica che misura 195 km.
Si percorre la sponda bresciana del lago d'Iseo, poi si transita per la val Camonica. Al 113° km di corsa si passa per la prima volta da Aprica lungo una salita di 13,9 km al 3,5% di pendenza media (1° GPM). Successivamente si trova la salita di Trivigno di 11 km al 7,6% medio a 1608 metri d'altitudine (2° GPM). Dopo questo antipasto arriva il piatto forte di giornata: il Mortirolo. Salita storica del Giro che rievoca in tutti noi le gesta del grande e compianto Marco Pantani che più volte infiammò la corsa in questa leggendaria ascesa. Si sale per 12,8 km con una pendenza media del 10,1% e punte del 18%. Il Mortirolo assieme a Zoncolan, Plan de Corones e Gavia è uno dei giganti di questo Giro 2010. Dopo questa salita che rappresenta il terzo GPM di giornata giù in discesa per gli ultimi 30 km che portano verso Monno, Edolo, poi Corteno Golgi e infine salita finale con picchi di pendenza al 12% per raggiungere il traguardo finale all'Aprica già teatro di grandi imprese nella storia del Giro.

PREVISIONI
In questa tappa ci si gioca una bella fetta di Giro. Basso ed Evans su tutti dovranno cercare di togliere la maglia rosa ad Arroyo. Se dovesse scamparla anche oggi lo spagnolo potrebbe seriamente tenerla fino a Verona (se tagliano il Gavia per maltempo poi sarà ancora più facile per lui). Noi ci attendiamo una corsa diretta dalla Liquigas come sul Grappa e sullo Zoncolan. Faranno corsa dura fin dalle prime rampe e lavoreranno per Basso che con l'aiuto di Nibali cercherà di ripetere l'impresa fatta sul gigante carnico. Evans cercherà di approfittare di questa situazione per poi dare tutto sul Mortirolo dove di certo ci sarà bagarre. Certamente le salite faranno la differenza, ma attenzione alle discese perchè potrebbero diventare fondamentali, soprattutto in caso di maltempo. Potrebbero essere importanti anche le possiblili allenze di giornata che si potrebbero formare lungo la strada. Questa è una giornata dove chi ne ha deve andare e dare tutto. Ci attendiamo un appassionante duello Evans-Basso sul Mortirolo con l'occhio al cronometro per vedere quanto perde Arroyo del frattempo. Attenzione a Nibali che in discesa va forte e a Cunego che cerca un successo di tappa.


Altimetria e Planimetria.

Nessun commento: