FRASE CELEBRE

"Il ciclismo mi mancherà certo, ma anche io, ne sono convinto, mancherò al ciclismo".

Marco Pantani


ciclismoAruotaliberA su youtube:

Loading...

Vota il nostro blog

Cerca nel blog

PRIMO PIANO

martedì 29 marzo 2011

Boonen risponde presente per le Classiche del Nord

Tom Boonen dimostra di essere in ottima condizione e con un giorno di differita, risponde per le rime alla vittoria di Fabian Cancellara nel Gp di Harelbeke, con uno strepitoso sprint che gli regala la vittoria alla Gand Wevelgem.
Il belga della Quick Step colse proprio in questa gara, nel lontano 2004, la sua prima consacrazione come corridore vincente nelle gare di un giorno, le cosidette classiche. Lo stesso corridore ricorda scherzosamente quella fase della sua carriera: "Allora ero un corridore che poteva puntare alle corse del mercoledì (vedi stessa Gand Wevelgem, ndr). Ho dovuto aspettare che si ritirasse un certo Museeuw per poter puntare a quelle della domenica" è il commento ironico del 31 corridore belga che annovera nel suo palmares la vittoria di ben 2 Giri delle Fiandre e 3 Parigi-Roubaix.

Gp Harelbeke a Cancellara, già in orbita Fiandre


Una prova di prepotenza assoluta. Come l'anno scorso, ma stavolta senza Boonen tra gli avversari, Fabian Cancellara esce vittorioso al termine del Gp di Harelbeke.
E ne esce vittorioso soprattutto per il modo in cui ha saputo cogliere il successo nella corsa belga, secondo in assoluto in questo inizio stagione del 2011.
Impressionante infatti è stato l'allungo in progressione dello svizzero del team Leopard sulle rampe del muro di Konkteberg, penultima asperità di giornata, quando i chilometri al traguardo risultavano essere ancor più di 30.

Sella ritorna a gioire dopo mesi: la Coppi e Bartali è sua

Uno scalatore dal fisico esile ma dal coraggio immenso. Un attaccante nato, pronto ad alzarsi sui pedali e a scattare non appena la strada comincia a prendere una certa pendenza. La crescita anno dopo anno, mettendosi sempre più in evidenza e arrivando sempre più vicino alle ruote dei big, a poter competere con loro nelle salite impervie, ad affiancare i loro tubolari ed a sfidare le loro virtù e capacità.
Emanuele Sella arriva all'apice della propria crescita professionale nel 2009, e in quel Giro d'Italia mostra numeri d'alta classe, conquistando la maglia verde di miglior scalatore e soprattutto due tappe intermedie.
Poi il buio più totale per sè e per chi gli stava intorno, nel momento culmine in cui tutti gli sforzi fatti fino ad allora, sembrano vanificati con un colpo di spazzola che caccia via la gloria e le soddifazioni tanto attese.
Il colpo arriva dall'UCI che lo indaga, accerta le indiscrezioni presenti sul suo caso, ed infine decide per la squalifica in seguito alla positività del corridore vicentino.

Dopo Murcia, Contador trionfa anche al Catalogna

Si è conclusa domenica l'edizione del Centenario della Volta a Catalunya. A vincere è stato lui, il pistolero di Pinto de Madrid. 
Mettendo il proprio nome nella casella del vincitore della terza tappa, ad Andorra d'Arcalis, Alberto Contador è riuscito a far sua la corsa catalana, come in passato fecero campioni del calibro di Ocana e Gimondi, solo per citarne un paio
L'azione prepotente del corridore della Saxo Bank ha messo in riga tutti gli avversari che si sono spartiti le posizioni d'onore non potendo lottare per la vittoria finale. Da registrare l'ottimo secondo posto finale del marchigiano della Lampre, Michele Scarponi, che proprio l'ultimo giorno è salito sul gradino medio del podio, grazie al ritiro di Levi Leipheimer.

sabato 26 marzo 2011

Vuelta di Catalunya: A Rojas Gil la sesta tappa, classifica immutata

C'era da aspettarselo: dopo essersi piazzato terzo nella quarta tappa e secondo ieri è arrivato il tanto sospirato acuto per Josè Joaquin Rojas Gil (VEDI FOTO), giusto premio per la sua regolarità. In una tappa per velocisti, che per il terzo giorno di fila non ha regalato emozioni in ottica classifica generale, a intrattenere l'interesse del pubblico ci ha pensato la fuga dell'olandese Bauke Mollema (decimo in graduatoria) assieme al bielorusso Siutsou e al colombiano Atapuma, l'ultimo ad arrendersi, a 12 km dall'arrivo.

venerdì 25 marzo 2011

Un Malori a crono stratosferico nella Settimana Coppi e Bartali

La quarta tappa di una delle competizioni di maggior rilievo del calendario italiana, la Settimana Coppi e Bartali ha salutato il primo successo tra i professionisti di Adriano Malori del team Lampre ISD.
Il corridore parmense classe '88 si è imposto nell'unica prova contro il tempo individuale presente in questa corsa, dimostrando come questa sia la disciplina da lui preferita, che lo fece eleggere campione del mondo under 23 nell'anno 2008 proprio nella specialità della cronometro.
Malori già si era messo in evidenza nel corso della tappa poi vinta da Emanuele Sella con l'attacco sul Monte Gaggiano.

Un francese per la 5a tappa in Catalunya

Oggi sì è corsa la 5a frazione della corsa catalana che si concluderà domenica con la passerella finale a Barcelona, capoluogo della regione.
Una tappa con un chilometraggio significativo ma non particolarmente dura da affrontare. Erano 205 i km da percorrere per coprire la distanza da El Vendrell a Tarragona, affrontando due gran premi di seconda categoria, uno dopo il chilometro 80 di corsa e l'altro poco dopo i 120 da inizio gara.
 Sulla carta una tappa dedicata esclusivamente ai velocisti e con poche chances di attacchi solitari, dato il finale in leggero discesa che facilita eventualmente chi è destinato a rincorrere e non certo chi tenta di avvantaggiarsi in testa.
Il tentativo di fuga più volenteroso è portato da quattro atleti, corridori di tutto rispetto: Masciarelli (Astana), Froome (Sky), Vanendert (Omega Pharma-Lotto) e Cusin (Cofidis). 
Soprattutto l'italiano Francesco Masciarelli può vantare una posizione di classifica più che vantaggiosa, essendo distanziato nelle generale di soli 1 minuti e 57 secondi dal capoclassifica della Saxo Bank, Alberto Contador.

Alla Settimana Coppi e Bartali, risorge Emanuele Sella e oggi la crono

Ieri nella 3a tappa della Settimana Coppi e Bartali che si sta svolgendo nelle terre dell'Emilia Romagna ( ad eccezione dello sconfinamento in Veneto nella 2a tappa) Emanuele Sella (Androni Giocattoli) è riuscito a tornare alla vittoria, dopo il lungo purgatorio a cui è stato costretto in seguito alla sua implicazione in fatti di doping.
Il corridore vicentino ha compiuto un numero d'alta scuola nel passaggio finale sul Gaggio Montano, raggiungendo prima e staccando poi, Adriano Malori (Lampre) e Stefano Pirazzi (Colnago), due ottimi giovani e promesse del futuro azzurro delle due ruote. I due si erano avvantaggiati nei confronti del gruppo nel corso del penultimo passaggio dell'ascesa di giornata.
Gianni Savio, team manager dell'Androni Giocattoli, continua così a inanellare successi con la sua squadra, dopo quelli di Serpa e Ferrari in questo prima razione del ciclismo 2011.
Per quanto riguarda Sella è sicuramente un'iniezione di autostima fondamentale per quest'annata di "rinascita" professionistica:

giovedì 24 marzo 2011

Volta de Catalunya 4a tappa da sali e scendi con finale portoghese

All'indomani della vittoria di tappa di Alberto Contador (Saxo Bank) con conseguente conquista della maglia di leader, prende il via la 4a frazione della corsa catalana.
Tappa di 195 km che porta da Seu d'Urgell a El Vendrell, attraverso un percorso ondulato composto da numerosi strappi che potrebbero facilitare la buona riuscita di una fuga. Insomma non una tappa decisiva ai fini della classifica generale nè tantomeno adatta agli sprinter presenti nel gruppo.
Un tracciato adatto a chi possiede una buona condizione fisica, la volontà di mettersi in mostra e la disponibilità al sacrificio per tentare un'azione mirabolante da lontano, cercando di evitare l'assorbimento del gruppo e provare a centrare una vittoria, magari solo immaginata inizialmente.

Contador è il rey de la Volta de Catalunya dopo la 3a tappa

Si è corsa ieri la terza tappa della Volta de Catalunya 2011: l'unica frazione con arrivo in salita della settimana catalana ciclistica. Partenza alle ore 11, 30 locali dalla cittadina di La Vall d'en Bas per affrontare successivamente 189 km e giungere al traguardo di Andorra, posto al termine di una salita di 8 km con pendenza media del 6,5 %.
Al via della frazione di giornata il leader della generale era Gatin Smukulis (HTC) il lettone vincitore della prima tappa dopo una straordinaria impresa personale che lo ha visto arrivare tutto solo al traguardo. 
Le aspettative maggiori erano per i big presenti in gara, costretti ad uscire allo scoperto per giocare le proprie carte in vista della classifica generale finale. Quindi grande attesa per Contador (Saxo Bank) Evans (Omega Lotto) Basso (Liquigas) Scarponi (Lampre) Di Luca (Katusha) Leipheimer (Radio Shack) Tondo Volpini (Movistar) e Daniel Martin (Garmin), Carlos Sastre e Denis Menchov (Team Geox).

mercoledì 23 marzo 2011

Settimana internazionale Coppi e Bartali 2011: Corioni beffa tutti

Il tradizionale appuntamento ciclistico dedicato alla memoria dei due protagonisti più amati e discussi dal secondo dopoguerra è giunto quest'anno alla sua 26esima edizione. Dopo un trascorso in Sicilia e in Sardegna, dal 1999 la settimana internazionale si disputa sulle strade dell Emilia-Romagna. L'edizione di quest'anno, che ha visto il via ieri, si concluderà a Sassuolo il 26 marzo dopo un percorsa disegnato per esaltare sia le ruote veloci che gli scalatori puri.

lunedì 21 marzo 2011

La 1a tappa della Volta de Catalunya se la aggiudica Smukulis

Ha preso via oggi il Giro di Catalogna edizione 2011 (qui una foto d'archivio dell'anno 2008) quella del centenario in quanto l'esordio internazionale di questa corsa avvenne nel 1911.
Percorso atipico disegnato dagli organizzatori: non vi è traccia infatti di prove a cronometro, nessun metro da percorrere contro il tempo e gli stage impegnativi e selettivi sono pressochè inesistenti. In compenso la 3a tappa, in programma mercoledì, offrirà interessanti spunti con l'arrivo in salita di Andorra, al termine di oltre 180 km di gara da affrontare.
Passiamo a raccontare quel che è accaduto in questa prima giornata in terra catalana.

Presentazione della Vuelta de Catalunya 2011

Con l'esplosone della primavera nell'aria si accende negli appassionati la voglia di grande ciclismo internazionale. Ad aprire la bella stagione ci penserà il quinto appuntamento con le corse del World Tour: la Vuelta de Catalunya, appuntamento prestigioso giunto alla sua 91esima edizione. Al via ci saranno molti pretendenti illustri come il pistolero Alberto Contador, lo zar Denis Menchov, i nostri Ivan Basso, Michele Scarponi e Danilo Di Luca oltre al fresco vincitore della Tirreno-Adriatico: l'australiano Cadel Evans.

sabato 19 marzo 2011

Milano-Sanremo 2011: Matthews Goss, primo australiano vittorioso nella Classicissima

Il 24enne Matthews Goss del team HTC HighRoad è il vincitore della 102a edizione della Milano-Sanremo, alzando le braccia al cielo in seguito alla sprint finale che lo ha visto piazzarsi davanti a Fabian Cancellara (Team Leopard) e Philippe Gilbert (Omega Lotto).
Una Milano-Sanremo atipica quella che si è corsa oggi. Una costante di scenari non previsti ed azioni coraggiose, come non si vedeva da anni sulle strade che portano al traguardo di Sanremo.
La chiave di volta si presenta ben distante dall'arrivo: in testa al gruppo ci sono due corridori in fuga, Ignatiev (Katusha) e De Marchi (Androni Giocattoli) e dietro il gruppo principale che insegue con un paio di minuti di ritardo. Prima della salita delle Manie, a metà percorso all'incirca, si verifica una caduta nella pancia del gruppo. A farne le spese, tra gli altri, sono il campione del mondo Thor Hushovd (Garmin) e il velocista britannico dell'HTC, Mark Cavendish.

venerdì 18 marzo 2011

Presentazione Milano-Sanremo 2011

Domani si correrà la 102a edizione della Milano-Sanremo, la classicissima d'inizio stagione per antonomasia. Dal capoluogo della Regione Lombardia all'arrivo nella città dei fiori, si sfideranno 200 atleti appartenenti a 25 formazioni, esattamente a partire dalle ore 9.35, orario in cui è prevista la partenza da Milano.
La passata edizione vide il trionfo del velocista spagnolo, già pluricampione del mondo, Oscar Freire, in forza al team Rabobank. Sul traguardo di Sanremo il successo di Freire arrivò dopo la rimonta compiuta nei confronti dell'ex Liquigas Daniele Bennati, che partì da lontano in previsione della volata finale e poi venne superato pure da Tom Boonen (Quick Step) Alessandro Petacchi (Lampre) e Sacha Modolo (Colnago). 

STORIA DELLA MILANO-SANREMO

Domani 19 marzo, prenderà il via la 102esima edizione della Milano-Sanremo la quale sinora ha registrato 51 successi stranieri e 50 italiani, l'ultimo dei quali fu del vicentino Filippo Pozzato nel 2006. Meglio nota come la “classicissima di primavera” questa corsa si disputa, a partire dal 1937, il sabato più vicino al 19 marzo (allora festa di S.Giuseppe). Considerata come una delle classiche ciclistiche più importanti di inizio stagione, ha sempre presentato al via tutto il gotha o quasi del ciclismo mondiale.

mercoledì 16 marzo 2011

Tirreno-Adriatico 2011: Crono a Cancellara, vittoria finale a Cadel Evans


Nei 9 km finali della cronometro di S.Benedetto sorprese e distacchi importanti hanno fatto calare il sipario sulla "Corsa dei due mari". Ottima la prova di Robert Gesink che ha sfiorato l'impresa piazzandosi nono e migliore degli uomini con ambizione di classifica. La stanchezza e il freddo probabilmente hanno giocato un brutto scherzo ai vari Nibali e Basso sicuramente più accreditati rispetto allo scalatore olandese per insidiare il primato di Cadel Evans quest'oggi...

martedì 15 marzo 2011

Tirreno Adriatico 2011, Evans vince e convince

Nella sesta e penultima tappa della Corsa dei due Mari a regnare sovrano è un campione venuto dalle lontane terre dell'Australia, dei burrascosi oceani e delle praterie interminabili dell'entroterra. Cadel Evans capitano della BMC era il leader della classifica già stamane prima della partenza ed era atteso da una prova di controllo nei confronti degli avversari attardati alle sue spalle nella graduatoria generale.
Oggi la tappa era alquanto insidiosa, non tanto per i 182 km totali, quando la ripetizione, per ben quattro volte, del circuito nei pressi di Macerata, con la presenza di uno strappo di 2mila metri con punte anche del 18%.

lunedì 14 marzo 2011

Parigi-Nizza 2011: Vince Tony Martin! Ultima tappa a Voeckler


Il 25 enne tedesco Tony Martin si è aggiudicato la seconda corsa del calendario World Tour 2011: la Parigi-Nizza succedendo nell'albo d'oro ad Alberto Contador che il cronomen tedesco aveva già battuto quest'anno nella Vuelta del' Algarve. Una vittoria, quella di Martin, legittimata a cronometro ma ben difesa anche in salita dove Martin ha lasciato poco o niente a suoi avversari di turno. Al secondo posto si è piazzato invece il connazionale Andreas Kloden mentre terzo è giunto il ritrovato Bradley Wiggins.

domenica 13 marzo 2011

Il sigillo di Gilbert alla Tirreno Adriatico e sorride pure Evans

Nessuno se lo aspettava in un tappa di 244 km totali, dopo numerose salite e strappi impegnativi. Invece Philippe Gilbert (Omega-Lotto) ci ha messo lo zampino.

Un francese alla Parigi-Nizza

Nella penultima frazione della corsa a tappe francese il tabellino del vincitore è stato riempito dal nome di Remy Di Gregorio. Attuale corridore del team kazako Astana, un passato di anni ed anni  nelle file de La Francaise de Jeux, l'ex promessa del ciclismo transalpino ha alzato le braccia al cielo al termine dei 215 km che da Brignoles Biot portavano a Sophia Antipolis.
La tappa è stata caratterizzata dal maltempo che è imperversato per l'intera giornata lungo le strade del sud della Francia. Le conseguenze più dirette sono state le numerose cadute in gruppo e gli altrettanti ritiri di vari atleti. In particolare la Liquigas Cannondale ha pagato il prezzo più alto dovendo rinunciare, dopo la tappa di ieri, a Peter Sagan, Eros Capecchi e Valerio Agnoli.

sabato 12 marzo 2011

Tirreno-Adriatico 2011: Scarponi fa il bis a Chieti


Michele Scarponi ha un feeling particolare con l'arrivo di Chieti. Dopo aver vinto l'anno scorso lo scalatore marchigiano si è ripetuto al termine di una tappa  il cui ordine di arrivo non ha nulla da invidiare al Giro d'Italia: nell'ordine Scarponi, Cunego, Evans, Basso e Di Luca.

Parigi-Nizza 2011, Tony Martin compie il capolavoro a crono



Nella 6a tappa della Parigi-Nizza (venerdì 11 marzo) il nome vincente è quello di Tony Martin.
Il tedesco dell'HTC HighRoad si è infatti imposto nettamente nella prova a cronometro, precedendo rispettivamente Bradley Wiggins (Team Sky) di 20 secondi, Richie Porte (Saxo Bank) di 29 secondi e colui che indossava la maglia di leader prima della prova contro il tempo, ovvero Andreas Kloden (Radio Shack) giunto in ritardo di 46 secondi. 

venerdì 11 marzo 2011

Tirreno - Adriatico 2011: Haedo fa centro nell'ultima giornata per velocisti

Juan Josè Haedo (VEDI FOTO) è il vincitore della seconda tappa alla Tirreno-Adriatico dopo aver bruciato allo sprint il leader Tyler Farrar e il trentino Daniel Oss, ottimo terzo. Delusione invece per Alessandro Petacchi che dopo essersi piazzato ieri in seconda posizione non è andatao al di la di un quarto posto finale.

Parigi-Nizza 2011: Kloden, una vittoria d'esperienza

Nella tappa regina della Parigi-Nizza a spuntarla è stata una vecchia conoscenza del ciclismo internazionale: il 35enne tedesco Andreas Klöden (VEDI FOTO), già vincitore della “corsa del sole” nel 2000. Il corridore della Radio Shack ha preceduto a termine di una mini volata il campione olimpico Samuel Sanchez e il nostro Matteo Carrara, protagonista dell'allungo decisivo nel finale.

giovedì 10 marzo 2011

Tirreno - Adriatico 2011: Dopo la prima tappa il leader è Tyler Farrar

Tyler Farrar della Garmin (VEDI FOTO) ha vinto la prima tappa della Tirreno-Adriatico, la "Corsa dei due mari" giunta quest'anno alla sua 45esima edizione. Ieri la corsa si era aperta con una cronosquadre di 16,8 km sul circuito di Marina di Carrara dove a sorpresa si è imposta la Rabobank di Gesink e Boom, primo leader della generale.

Caso Pellizzotti: il friuliano fermato fino a maggio 2012

Nonostante l'assoluzione da parte del Tribunale Antidoping Nazionale Italiano, Franco Pellizzotti è stato sospeso dalla sua attività di ciclista per due anni a partire dal maggio 2010
In quell'occasione l'ex Liquigas non potè correre il Giro d'Italia della passata edizione in quanto i valori del suo passaporto biologico non risultavano chiari
Da quel momento uno stop forzato e l'annata 2010 letteralmente buttata al vento, proprio quando il delfino di Bibione era pronto per il salto di qualità definitivo volto a cercare di conquistare una grande corsa a tappe.  
Il 2011 sembrava regalargli scenari migliori: il Coni aveva dato il via libera per il suo reintegro ma l'Uci ha fatto ricorso ed ha avuto ragione visto la sentenza del Tribunale di Losanna.

martedì 8 marzo 2011

Parigi-Nizza 2011: Matthew Goss piglia tutto alla terza tappa


L'australiano Matthew Goss (VEDI FOTO) conferma le sue pretese di sprinter di alto livello in questa stagione e lo fa lasciando il segno nella terza tappa della Parigi-Nizza conclusasi allo sprint. Dopo aver neutralizzato una fuga da lontano del finnico Veikkanen e dei francesi Kadri, Pineau, Gautier e Hardy, il gruppo guidato dalla Vacansoleil del leader belga De Gendt (vincitore della prima frazione) si è messo a tirare per evitare sorprese sull'ultima ascesa di giornata (un gpm di seconda categoria)...

Monte Paschi Eroica 2011, Gilbert trionfa davanti a Ballan e Cunego

 La Monte Paschi Eroica anche nel 2011 continua a parlare straniero. E' il belga della Lotto Philippe Gilbert ad aggiudicarsi la corsa toscana, imponendosi nel traguardo finale a scapito dei veneti Alessandro Ballan (BMC) e Damiano Cunego (Lampre). E proprio il team del campione di Cerro Veronese aveva controllato la corsa fin dalle fasi iniziale, per poi imporre un ritmo serrato nella parte conclusiva in previsione dello strappo finale verso Piazza del Campo, in località Siena, dove era posto l'arrivo.

lunedì 7 marzo 2011

Non corre sulla pista ciclabile: i carabinieri fermano Mirco Lorenzetto!


Questo episodio controverso si è verificato sabato 5 marzo a S.Michele di Piave, frazione di Cimadolmo (TV). Mirco Lorenzetto (VEDI FOTO), 29enne in forza all'Astana, stava percorrendo il suo conseueto allenamento quando è stato fermato da una pattuglia dei carabinieri per alcuni controlli. Secondo l'attuale codice della strada il ciclista doveva essere multato in quanto non correva sulla pista ciclabile ne la bici disponeva di catrifrangenti, specchietti e campanello.

Vuelta a Murcia 2011: Primo centro di Contador! Lo spagnolo fa sul serio...


Dopo il discusso rientro alle corse Alberto Contador come previsto non si è fatto pregare troppo, tornando subito a fare la cosa che gli riesce meglio: vincere. E lo ha fatto nel suo stile da cannibale aggiudicandosi 2 delle 3 frazioni della Vuelta a Murcia (regione del sud della Spagna) trionfando in montagna e a cronometro. I distacchi sono stati piuttosto risicati ma, sopratutto a livello piscologico, questa affermazione è stata molto importante per lo spagnolo che sta lavorando per essere al meglio in vista del Giro d'Italia.

Giro del Friuli 2011 ad un colombiano


Giovedì scorso 3 marzo si è corso il Giro del Friuli con partenza da Pordenone e traguardo finale a Gorizia. Una gara dalle premesse più che interessanti: un percorso duro, molti campioni al via, anche della propria stagione e vari spunti da prendere in considerazione su obiettivi presenti e futuri dei partecipanti.
Come detto un circuito difficile con una salita, il collio San Floriano da ripetere ben 5 volte e che poteva creare delle problematiche ai velocisti che ambivano alla vittoria finale. 
In effetti cosi è stato, ma si è andati ben oltre: nella 33a edizione della gara friuliana il fattore climatico ha giocato un ruolo essenziale. 

giovedì 3 marzo 2011

Cristiana Capotondi al Giro d'Italia 2011

Sarà l'attrice romana Cristiana Capotondi ad accogliere il campione spagnolo Alberto Contador e gli altri professionisti che parteciperanno alla corsa rosa targata 2011, in qualità di madrina del Giro d'Italia che prenderà il via da Torino il prossimo 7 maggio.

mercoledì 2 marzo 2011

Contador al Giro d'Italia 2011

Dopo 3 anni tornerà a correre sulle strade rosee del Giro d'Italia. Lui è Alberto Contador (Saxo Bank), detentore della Gran Boucle 2010. Ed è proprio la partecipazione al Tour de France della passata stagione che sta facendo cambiare i piani strategici attuali dello scalatore di Pinto de Madrid. Malgrado sia stato dichiarato innocente dalla Federciclo spagnola, per la presunta positività del luglio 2010 ad una tappa della corsa francese, Contador non è ancora sicuro di poter competere con i propri rivali nel giro a tappe transalpino.

martedì 1 marzo 2011

Primo centro per Ivan Basso!



Continua il buon momento in casa Liquigas e stavolta a mettere il sigillo ci ha pensato il capitano storico, il varesino Ivan Basso che è andato a prendersi la prima vittoria stagionale lo scorso 27 fenbbraio nel Gp Lugano in Svizzera. Il vincitore del Giro 2010 ha avuto ragione in volata del colombiano Duarte suo compagno di avventura dall'ultimo passaggio sulla salita di Viganello sino all'arrivo. L'azione decisiva è stata avviata dall'estone Taaramae al quale hanno subito risposto sia Basso che Duarte e Visconti. IL campione italiano però non ha tenuto il ritmo di Basso così come l'estone. Ivan è riuscito a non perdere nulla in discesa e ha potuto impostare una volta lunghissima che gli ha consentito di trionfare (Quinto italiano nelle ultime sei edizioni del Gp Lugano). Il pensiero naturalmente va ad Aldo Sassi a cui il portacolori della Liquigas dedica questa vittoria sperando possa essere la prima di una lunga serie... Si è concluso così il weekend di corse tra Varese e Lugano che ha visto invece trionfare Visconti (terzo a Lugano) nel Gp Insubria disputatosi il 26 febbraio al termine di una volatona di gruppo.