FRASE CELEBRE

"Il ciclismo mi mancherà certo, ma anche io, ne sono convinto, mancherò al ciclismo".

Marco Pantani


ciclismoAruotaliberA su youtube:

Loading...

Vota il nostro blog

Cerca nel blog

PRIMO PIANO

mercoledì 3 novembre 2010

Fabian Cancellara ciclista dell'anno 2010

Non poteva essere che lui, l'atleta più chiacchierato passato da pochi mesi da perfido imbroglione a vigile sceriffo, da agile scalatore a velocista puro a vincere il premio che per il ciclismo equivale al "Pallone d'Oro" nel calcio: il Velo d'Or. Stiamo parlando dell'elvetico Fabian Cancellara, 29enne meglio noto come la Locomotiva di Berna o Spartacus premiato dai giornalisti francesi di Velo Magazine come miglior ciclista dell'anno. Un premio a nostro avviso meritato e frutto di risultati che parlano da soli a partire dalle vittorie in aprile di Giro delle Fiandre e Parigi-Roubaix passando per una prima parte di Tour de France corsa da leader assoluto al quarto mondiale a cronometro che ha chiuso la sua trionfale stagione facendolo entrare dritto nella storia. Cancellara ha ricevuto 63 voti contro i 43 di Contador e i 34 di Andy Schleck facendo suo un riconoscimento che lo vede sul podio ininterrottamente dal 2006 con 2 terzi posti e 2 secondi. Bella soddisfazione per lo svizzero che può davvero considerarsi con la pancia piena dopo una stagione del genere mentre piccolo rammarico per il ciclismo italiano con un Vincenzo Nibali ancora fuori dal podio, dopo il quinto posto al Calendario Uci. Ci sembra poco felice la scelta di Andy Schleck sia come terzo assoluto ma soprattutto come vincitore del Velo d' Or Espoirs riservato agli atleti dai 25 anni anni in giù. Il giovane lussemburghese, come abbiamo ripetuto più volte ha corso un annata sottotono, snobbando corse come la Vuelta e il Lombardia puntando tutto sul Tour de France. Una scelta questa che sembra sia piaciuta solo agli occhi dei patriottici giornalisti di Velo Magazine che hanno dimostrato ancora una volta di dare troppa importanza alla corsa di casa considerando di serie b molte altre corse blasonate.

Nessun commento: