FRASE CELEBRE

"Il ciclismo mi mancherà certo, ma anche io, ne sono convinto, mancherò al ciclismo".

Marco Pantani


ciclismoAruotaliberA su youtube:

Loading...

Vota il nostro blog

Cerca nel blog

PRIMO PIANO

martedì 13 luglio 2010

PRESENTAZIONE 10a TAPPA TOUR 2010: Chi riuscirà a colmare il GAP?

Domani è prevista l'ultima frazione alpina per i ciclisti del Tour de France: si parte da Chambery 270 m di quota e si giungerà ai 745 m di Gap dopo 179 km di saliscendi. Memori dello spettacolo offertoci dal Col de la Madeline ci attendiamo anche in questa tappa qualche zampata soprattutto da chi ha perso terreno ieri e non vuole salutare anzitempo le prime posizioni della generale. Evans sta male fisicamente e dovrà soffrire anche domani per non accumulare altro terreno dal duo Schleck-Contador. Lecito attendersi qualcosa magari da gente come Bradley Wiggins o Micheal Rogers viste la salite non impossibili degli ultimi 40 km di corsa mentre occhio a Samuel Sanchez che in un arrivo dopo una discesa ripida come quello di domani potrebbe tentare qualcosa. I GPM che saranno affrontati saranno in ordine: il Côte de Laffrey - 7.0 km al 9 %, una salita dura di prima categoria ma posta dopo appena 77 km, il Côte des Terrasses - 3.3 km al 7.1 % di terza categoria al 98esimo km e infine a circa 30 km dal traguardo il Col du Noyer con i suoi 7.4 km al 5.3 %, una salita di seconda categoria. E' qui che ci aspettiamo l'attacco buono che potrebbe animare la corsa anche perchè a 20 km da Gap, prima della discesa finale, ci sarà d'affrontare un altra salitella che potrebbe essere sfruttata come trampolino ideale da qualche discesista. Una tappa, quella di domani, che avrà più pretendenti del solito in quanto cade proprio il giorno della festa nazionale francese: il 14 luglio. Attenzione dunque agli atleti transalpini che sicuramente entreranno in una fuga anche per provare a conquistare l'ambitissima maglia a pois. Ai primi posti per ora ci sono Pineau, Charteau, Moreau i quali non staranno a guardare con eccezione forse del solo Charteau, che ha dichiarato che il suo obiettivo era solo quello di far bene nella nona tappa senza pensare a prendere la maglia. Speriamo che anche Damiano Cunego possa battagliare con gli atleti transalpini domani: il terzo posto di Saint Jean non deve essere infatti un punto di arrivo per il veronese bensi uno stimolo in più per cercare che il suo Tour non risulti anonimo. Il quarto posto attuale nella classifica della maglia a pois potrebbe spingere Cunego a dirottare le sue attenzioni sulla casacca preferita dagli appassionati francesi, proprio nel giorno della loro festa nazionale....

Nessun commento: