FRASE CELEBRE

"Il ciclismo mi mancherà certo, ma anche io, ne sono convinto, mancherò al ciclismo".

Marco Pantani


ciclismoAruotaliberA su youtube:

Loading...

Vota il nostro blog

Cerca nel blog

PRIMO PIANO

sabato 10 luglio 2010

Chavanel sugli scudi! A Les Rousses trionfa e si riprende la gialla

Ancora lui. Dopo le doppiette di Petacchi e Cavendish ecco quella di Sylvain Chavanel (Quickstep),che diventa idolo di Francia trionfando a Les Rousses e rivestendosi di giallo. Dopo la vittoria nella terza tappa, e la maglia gialla durata solo un giorno a causa di una sciagurata giornata sul pavè, ecco rispuntare questo combattivo francese nella prima tappa di media montagna. Tra i big come previsto non ci sono schermaglie, giungono tutti insieme all'arrivo, mentre Sylvain grazie all'ottimo stato di forma ,sceglie il momento opportuno per partire e farsi rivedere solotanto dopo il traguardo: con una maglia più bella e luccicante.

SUBITO ALL'ATTACCO. Nemmeno il tempo per il gruppo di "tastare la gmaba" che al primo km se ne vanno in cinque: Christian Knees (Milram), Danilo Hondo (Lampre), Jerome Pineau (QuickStep), Ruben Perez (Euskaltel-Euskadi) e Samuel Dumoulin (Cofidis) che al km 41 di gara hanno già un margine di 8 minuti, mentre dietro il gruppo sonnecchia. Nei primi 4 GPM di 4a categoria Pineau, attuale maglia a pois, scatta per prendere i punti in palio. La fuga procede con poca complicità, mentre dietro il gruppo fa capire di non voler lasciare molto spazio e inizia ricucire lo svantaggio con decisione. Ai 55 km dall'arrivo davanti restano in tre: Pineau, Hondo e Knees, con solo un minuto di vantaggio mentre dietro Cunego prova a uscire dal gruppo inseguendo un drappello di attaccanti tra cui Voeckler e Lloyd. Sulle prime rampe impegnative la maglia gialla cancellara accusa la fatica e si stacca dal gruppo dei migliori. Deraglia così la locomotica di Berna.

CARPE DIEM. Sulla penultima salita, il Col de la Croix de la Serra , passa per primo Jerome Pineau, il francese della Quick Step che rafforza la sua maglia di miglior scalatore, seguito da Danilo Hondo. Circa un minuto il distacco dei primi inseguitori: Thomas Voeckler (BBox), Cyril Gautier (Bbox), Damiano Cunego (Lampre), Mathew Lloyd (Omega Pharma Lotto), Matthieu Perget (Caisse d'Epargne), Christian Knees (Milram) e Sylvain Chavanel (Quick Step). Nell'ultima salita Hondo non ce la fa più e Pineau resta solo, mentre dietro Chavanel coglie l'attimo e parte all'inseguimento del compagno di squadra. Anche Cunego prova a uscire dal gruppo degli inseguitori per lanciarsi all'inseguimento dei due francesi, non farà molta strada, ma da apprezzare l'impegno e il tentativo: sappiamo che c'è. I risultati arriveranno. Ai meno dieci Chavanel raggiunge il compagno di squadra, esausto per la fuga partita al primo km, e lo stacca agilmente involandosi solo verso la vetta di Les Rousses. A circa 50" insegue Cunego, poco più indietro sale regolare il gruppo dei Big. Cancellara segnalato a circa 8 minuti. Negli ultimi chilometri di salita Cunego cede e attaccano invece le pendenze in modo deciso gli spagnoli Valls (Footon) e Garate (Rabobank), ma è troppo tardi ormai Chavanel alza di nuovo le braccia al cielo e la maglia gialla torna sulle sue spalle. A 57" arriva Valls mentre Garate taglia il traguardo terzo con un ritardo di 1'e27"; a 1' e47" il gruppo dei Big. Cunego chiude a 3 minuti, Cancellara a 14' esce con le ossa rotte; scelta o giornataccia? Probabilmente la seconda.

In attesa del primo vero arrivo in salita a Morzine di domani la Francia si coccola Chavanel in maglia gialla, che entusiasta al traguardo dichiara: "Ho cercato la tappa, il resto è un sorpresa" e chiude in modo deciso " e adesso darò tutto". La Francia è già pazza di lui.


Arrivo di Tappa.



















Classifica Generale.

Nessun commento: