FRASE CELEBRE

"Il ciclismo mi mancherà certo, ma anche io, ne sono convinto, mancherò al ciclismo".

Marco Pantani


ciclismoAruotaliberA su youtube:

Loading...

Vota il nostro blog

Cerca nel blog

PRIMO PIANO

lunedì 28 giugno 2010

I FANTASTICI OTTO DEL TOUR: 5 - CADEL EVANS

I FANTASTICI OTTO
In questa rubrica andremo di volta in volta a presentare e ad analizzare le chances di vittoria degli atleti, i quali, secondo noi, hanno con le possibilità maggiori di sfilare a Parigi con l'abito giallo...


Cadel Evans (BMC)


Il campione del mondo Cadel Evans (leggi il profilo: http://ciclismoaruotalibera.blogspot.com/2010/05/i-protagonisti-del-giro-2-cadel-evans.html) sarà un'osso duro per chiunque voglia far bene nella prossima Grande Boucle. Che l'australiano punti molto su questa stagione si era capito già dalle classiche di aprile e la sua vittoria nella Freccia Vallone (vedi l'arrivo: http://www.youtube.com/watch?v=ujUbOPDou4g&feature=related), dove ha preceduto in salita sua maestà Alberto Contador, è lì a dimostrarlo. A quanto risulta dalle sue dichiarazioni, Cadel sembrava dovesse puntare di più sul Giro d'Italia rispetto al Tour ma dopo il quinto posto finale e la maglia rossa conquistata a Verona, un combattente nato come lui non può di certo essere soddisfatto. Pertanto Evans sarà al via a Rotterdam con ambizioni almeno da podio, un traguardo che è stato capace di bissare nelle edizioni 2007-08, dove giunse sempre secondo, la prima volta proprio dietro al fenomeno Contador. Per arrivare a questo importante appuntamento Evans ha effettuato un percorso di avvicinamento decisamente in controtendenza rispetto agli altri big. Difatti, per recuperare gli sforzi patiti durante la primavera, nel mese di giugno Cadel si è concesso qualche giorno di meritata vacanza per ricaricare le pile senza per questo rinunciare a qualche ora di bicicletta giornaliera. Una preparazione soft dunque senza testarsi in impegnative corse a tappe ma semplicemente effettuando una ricognizione delle frazioni più difficili del Tour accompagnato dal direttore sportivo della sua BMC, il francese Jacques Michaud. Un Evans dunque che si presenterà alla Grande Boucle forse meno in forma di alcuni suoi rivali ma decisamente più fresco, fattore questo che nella terza settimana potrebbe rivelarsi determinante. Quel che è certo è che Cadel dovrà essere supportato dalla sua squadra in maniera diversa rispetto al Giro. Egli si proclama ovviamente fiducioso e annuncia anzi che la BMC sta preparando qualcosa di molto speciale in vista del Tour (speriamo non sia una bici-meccanica!). Sta di fatto che non essendoci la cronosquadre, eventuali lacune della squadra potrebbero pesare di meno, mentre il mese passato da “appassionato di ciclismo” gli ha consentito di studiarsi uno per uno i suoi avversari impegnati al Delfinato e in Svizzera...sarà stata la scelta giusta? Attenzione Contador! Il Grande Fratello Evans ti sta spiando...

Nessun commento: