FRASE CELEBRE

"Il ciclismo mi mancherà certo, ma anche io, ne sono convinto, mancherò al ciclismo".

Marco Pantani


ciclismoAruotaliberA su youtube:

Loading...

Vota il nostro blog

Cerca nel blog

PRIMO PIANO

sabato 19 giugno 2010

Vince Rui Costa, i big si risparmiano per la crono

L'ottava tappa del giro di Svizzera da Wetzikon a Liestal non produce scossoni in classifica generale: si giocherà tutto nella tappa conclusiva di domani con Gesink che dovrà amministrare 36'' su Morabito, 55'' su Armstrong, 1'17'' su Fulgsgang e 1'38''su Lovkvist, questi gli avversari sulla carta più pericolosi a cronometro per lo scalatore olandese. La frazione odierna invece si è risolta positivamente per i nove fuggitivi di giornata con il portoghese Rui Faria da Costa (VEDI FOTO) che trova lo scatto giusto a una decina di km dall'arrivo. Con lui sembrano in grado di giocarsela anche Monfort e Rojas, compagno del portoghese alla Caisse d'Epargne. Fino all'ultimo km i tre sono appaiati ma il belga, il più stanco per i continui tentativi di allungo protratti negli ultimi quaranta km di gara, cede e lascia via libera al corridore portoghese omonimo del grande ex giocatore di Milan e Fiorentina. Nel gruppo dei migliori, giunti con 1'16'' di ritardo, il percorso ondulato ha stuzzicato sia Fulgsgang, che Devolder e Carrara ma i loro tentativi sono stati arginati alla grande da Gesink, che all'evenienza è stato in grado di ricucire in prima persona gli allunghi dei suoi sfidanti. Roman Kreuziger invece non ha provato nulla, un peccato per l'atleta della Liquigas, il cui ritardo di 2'24'' dall'olandese non gli lascia molti margini di speranza per la vittoria finale della corsa... a meno che non usi una bici truccata....

Nessun commento: