FRASE CELEBRE

"Il ciclismo mi mancherà certo, ma anche io, ne sono convinto, mancherò al ciclismo".

Marco Pantani


ciclismoAruotaliberA su youtube:

Loading...

Vota il nostro blog

Cerca nel blog

PRIMO PIANO

martedì 29 marzo 2011

Boonen risponde presente per le Classiche del Nord

Tom Boonen dimostra di essere in ottima condizione e con un giorno di differita, risponde per le rime alla vittoria di Fabian Cancellara nel Gp di Harelbeke, con uno strepitoso sprint che gli regala la vittoria alla Gand Wevelgem.
Il belga della Quick Step colse proprio in questa gara, nel lontano 2004, la sua prima consacrazione come corridore vincente nelle gare di un giorno, le cosidette classiche. Lo stesso corridore ricorda scherzosamente quella fase della sua carriera: "Allora ero un corridore che poteva puntare alle corse del mercoledì (vedi stessa Gand Wevelgem, ndr). Ho dovuto aspettare che si ritirasse un certo Museeuw per poter puntare a quelle della domenica" è il commento ironico del 31 corridore belga che annovera nel suo palmares la vittoria di ben 2 Giri delle Fiandre e 3 Parigi-Roubaix.

Domenica si è corsa una gara ostica, non tanto per le condizioni climatiche quanto per la tensione agonistica espressa dai corridori del gruppo sottoforma di continui scatti e controscatti e medie altissime. Ma non solo, infatti sono state numerose anche le cadute, una su tutte che ha eliminato dalla lotta finale il britannico Mark Cavendish. Il velocista della HTC è stato doppiamente sfortunato è stato messo fuori gioco da un tamponamento subito da un altro corridore, quando aveva già compiuto lo sforzo di "rientrare" in seguito ad un guasto meccanico.
Il tracciato insidioso ed ondulato, soprattutto nel finale, ha contribuito ad eliminare Matthews Goss, fresco vincitore della Milano-Sanremo e il campione del mondo Thor Hushovd, dalla lista dei pretendenti alla vittoria finale. Così in testa ha sfiorato la vittoria a sorpresa il fuggitivo Stannard, rimasto solo negli ultimi km, dopo aver mollato la compagnia di Sagan, Bodnar e Chavanel. Il britannico del Team Sky è stato ripreso a sole centinaia di metri dal traguardo, quando ormai pregustava la vittoria finale, dal gruppo tirato a massima velocità.
E nei trecento metri finali è uscito prepotentemente Boonen, il quale ha tenuto una velocità di punta elevatissima fino alla linea d'arrivo impedendo la rimonta ad un ottimo Daniele Bennati, finalmente ritrovato ma ancora sforunato sotto il profilo vittorie. Dietro si piazzano nelle posizioni d'onore Tyler Farrar e Andrè Greipel dimostrando di esserci e di voler lottare in questo trittico di gare del Nord Europa.
Questo è solo un antipasto in vista del piatto ricco di domenica del Fiandre, dove si aggiungerà nel menù dei corridori favoriti per il successo anche un certo Fabian Cancellara. E non dimentichiamo chi fino ad ora non ha brillato e punta a rifarsi come i vari Freire, Ballan, Pozzato, Cavendish e Hushovd.
L'imbarazzo della scelta sul nome su cui puntare, l'enorme aspettativa per un sicuro spettacolo.


ORDINE D'ARRIVO


1. Tom Boonen (Quick Step)
2. Daniele Bennati (Leopard-Trek)
3. Tyler Farrar (Garmin-Cervélo)
4. André Greipel (Omega Pharma – Lotto)
5. Jurgen van de Walle (Omega Pharma – Lotto)
6. Dries Devenyns (Quick Step)
7. Bernhard Eisel (HTC – High Road)
8. Kristof Goddaert (AG2R La Mondiale)
9. Lars Boom (Rabobank)
10. Baden Cooke (Saxo Bank)

Nessun commento: