FRASE CELEBRE

"Il ciclismo mi mancherà certo, ma anche io, ne sono convinto, mancherò al ciclismo".

Marco Pantani


ciclismoAruotaliberA su youtube:

Loading...

Vota il nostro blog

Cerca nel blog

PRIMO PIANO

mercoledì 2 marzo 2011

Contador al Giro d'Italia 2011

Dopo 3 anni tornerà a correre sulle strade rosee del Giro d'Italia. Lui è Alberto Contador (Saxo Bank), detentore della Gran Boucle 2010. Ed è proprio la partecipazione al Tour de France della passata stagione che sta facendo cambiare i piani strategici attuali dello scalatore di Pinto de Madrid. Malgrado sia stato dichiarato innocente dalla Federciclo spagnola, per la presunta positività del luglio 2010 ad una tappa della corsa francese, Contador non è ancora sicuro di poter competere con i propri rivali nel giro a tappe transalpino.
Da qui la decisione ufficiale di correre il Giro d'Italia 2011 e candidarsi in automatico a potenziale vincitore della corsa, andando ad affiancare i già noti pretendenti come Michele Scarponi (Lampre), Danilo Di Luca (Katusha) di ritorno dalla squalifica e Vincenzo Nibali (Liquigas) su tutti. Contador vorrebbe tentare l'impresa quest'anno cogliendo l'accoppiata Giro-Tour sebbene la sua presenza alla Gran Boucle è tutt'altro che sicura per via delle questioni giudiziarie.
Come nei duelli più classici fra due grandi rivali, è arrivata immediata la reazione di Andy Schleck (Team Leopard) secondo l'anno scorso al Tour de France, che potrebbe ancora vincere in caso di revoca del titolo a Contador. Il lussemberghese afferma: "Credo che non sia più possibile, nel ciclismo moderno, vincere due grandi corse a tappe nello stesso anno, specialmente quando sono così vicine. Se davvero Alberto correrà il Giro d’Italia 2011 per vincere e non per rifinire la preparazione, immagino non potrà arrivare nelle migliori condizioni alla Grande Boucle. Me del resto non può fare diversamente, visto che ancora non è sicuro di poter correre in Francia".
Se si incontreranno e si sfideranno lungo l'asfalto pendente che porta verso le grandi cime..bè questo ancora non si sa...ma di certo il duello, psicologico e mediatico, tra Schleck e Contador è già cominciato.

2 commenti:

filippo ha detto...

Mi chiedo.
Ma comè che non è sicuro di correre il tour mentre il giro si? cioè se lo squalificano, non dovrebbe correre nessuna corsa, o no?
Sul fatto che si possano correre due giri a grandi livelli nello stesso anno, ho anch'io i miei dubbi, tanto più che il Tour dell'anno scorso Contador l'ha vinto proprio con un vantaggio risicato (bistecca o non bistecca)..

Manuel (Ciclismo PST) ha detto...

Contador: rogne con il presunto doping. Scarponi: due anni per la "vecchia" Operation Puerto. Di Luca: lasciamo perdere...
Certo che 'sto Giro ha una lista di pretendenti...
Ale Nibali, che vuoi farci.
(e speriamo bene per l'amor del cielo!)
Comunque, se "Matador" viene a correre anche solo all'80% per cento, meglio che VIncenzo sia al 101!!