FRASE CELEBRE

"Il ciclismo mi mancherà certo, ma anche io, ne sono convinto, mancherò al ciclismo".

Marco Pantani


ciclismoAruotaliberA su youtube:

Loading...

Vota il nostro blog

Cerca nel blog

PRIMO PIANO

lunedì 21 marzo 2011

La 1a tappa della Volta de Catalunya se la aggiudica Smukulis

Ha preso via oggi il Giro di Catalogna edizione 2011 (qui una foto d'archivio dell'anno 2008) quella del centenario in quanto l'esordio internazionale di questa corsa avvenne nel 1911.
Percorso atipico disegnato dagli organizzatori: non vi è traccia infatti di prove a cronometro, nessun metro da percorrere contro il tempo e gli stage impegnativi e selettivi sono pressochè inesistenti. In compenso la 3a tappa, in programma mercoledì, offrirà interessanti spunti con l'arrivo in salita di Andorra, al termine di oltre 180 km di gara da affrontare.
Passiamo a raccontare quel che è accaduto in questa prima giornata in terra catalana.

La prima frazione con partenza ed arrivo a Lloret de Mar prevedeva 169 km complessivi e due gran premi della montagna di seconda categoria da affrontare.
Pronti via e scatta la classica fuga da lontano, protagonisti tre attaccanti: Gatis Smukulis (HTC High Road), Ben Gastauer (Ag2r La Mondiale), e Julien Sanchez Pimienta (Caja Rural) che arrivano a guadagnare un massimo di quasi un quarto d'ora quano i km al traguardo sono un centinaio all'incirca. Quando il vantaggio era attorno ai due minuti, dal gruppo si stacca un ulteriore elemento, Javier Ramirez (Andalucia Cajagranada) che, tutto solo, riesce a riportarsi sui tre davanti e collabora per la buona riuscita dell'azione evasiva.
Dietro cominciano a fare sul serio a circa 70 km dall'arrivo quando la Katusha si impone in testa al plotone e, con il supporto di Liquigas e Saxo Banx, inizia ad imprimere un ritmo sostenuto e costante.
I quattro corridori in testa perdono terreno con l'avanzare dei chilometri e quando quest'ultimi risultano essere solo 40 alla linea bianca di fine corsa, il gap con chi insegue è di soli quattro minuti. 
Nel gpm di Sant Grau il drappello dei fuggitivi perde Ramirez e così rimangono al comando i soli attaccanti della prima ora. Nel frattempo il vantaggio scende a soli due minuti nei confronti del gruppo, e dalla testa della corsa si stacca, in discesa, anche Sànchez Pimienta
Negli ultimi 20 km di gara le squadre dei leader, intensificano il loro lavoro, la più attiva di tutte risulta la Lampre ISD. Il forcing del team rosablu accorcia il divario con i due corridori in avamscoperta fino a 1 minuto quando mancano 10 km all'arrivo.
Il tentativo d'attacco di Gastauer e Smukulis, partito al km 22, sembra volgere inesorabilmente al termine.
Ed invece ecco il colpo di scena: i due giovani atleti, approfittano dello strappo finale di giornata e conservano un leggero vantaggio sul gruppo ma improvvisamente Ben Gastauer dell'Ag2r cede di schianto e quindi Galtin Smukulis si avvia tutto solo verso il traguardo. 
In un finale da cardiopalma, anche per il sopraggiungere del gruppo alle spalle Galtis Smukulis vince la prima tappa della Volta de Catalunya e veste la maglia da leader. 
Dietro il gruppo si fa beffare e la volata generale è vadida solo per il secondo posto, colto da Alessandro Petacchi (Lampre) che può sicuramente recriminare per il mancato successo, seguito da Rojas (Movistar) Uran (Sky) e Bakelants (Omega Lotto).
A volte la lepre corre più forte del predatore e riesce a trionfare salvandosi, in questo caso aggiudicandosi la corsa.

ORDINE D'ARRIVO 
  
1) Gatis Smukulis          ( HTC HighRoad)
2) Alessandro Petacchi  (Lampre ISD)     28"
3) Joaquin Rojas            (Movistar)   S.T.
4) Rigoberto Uran          (Team Sky)       S.T.
5) Jan Bakelants            (Omega Lotto)  S.T.
6) Maxime Bouet          (Ag2r)       S.T.
7) Paolo Tiralongo        (Astana)       S.T.
8) Cadel Evans             (BMC)     S.T.





Nessun commento: