FRASE CELEBRE

"Il ciclismo mi mancherà certo, ma anche io, ne sono convinto, mancherò al ciclismo".

Marco Pantani


ciclismoAruotaliberA su youtube:

Loading...

Vota il nostro blog

Cerca nel blog

PRIMO PIANO

giovedì 30 settembre 2010

Mondiale Melbourne 2010: Le nazioni e i corridori al via

Ci siamo. Ancora pochi giorni e poi ci sveglieremo nel cuore della notte per tifare gli azzurri che si giocheranno l'iride dall'altra parte del mondo; in Australia. A Melbourne ci saranno al via 178 corridori: provenienti dalle più disparate nazioni del mondo. In base al Ranking UCI stilato dopo il 15 agosto 2010, è stato ufficializzato il numero di corridori al via per ogni squadra. Le prime dieci nazioni del Ranking avranno 9 corridori al via, le altre vanno da un massimo di 7 fino ad un minimo di un solo atleta alla partenza; sempre tenendo conto della classifica UCI per nazioni, stilata in base ai piazzamenti dei vari corridori durante la stagione. Se sulla carta la nazionale spagnola sembra, anche quest'anno, quella con più frecce al proprio arco (Freire, S.Sanchez e L.L Sanchez), non vanno sottovalutati: il Belgio del favoritissimo Gilbert, l'Australia del campione in carica Evans, la Svizzera di Iron Man Cancellara, e altre nazioni con squadre piccole ma di valore come la Norvegia che schiera Boasson Hagen e Hushovd. In primo piano anche la nostra Italia, da sempre abituata ad essere protagonista, nazione dall'ineguagliabile storia ciclistica alle spalle che la rende sempre una formazione di enorme blasone. Quest'anno il ct Bettini sembra puntare tutto su Filippo Pozzato, con un Vincenzo Nibali, fresca maglia rossa alla Vuelta, pronto a stupire di nuovo.

Di seguito l'elenco dei corridori al via, salvo decisioni dell'ultimo minuto. In grassetto trovate quelli che dovrebbero essere i capitani o comunque gli uomini da tenere d'occhio. Da tener presente però, che al mondiale l'exploit del corridore in forma è sempre dietro l'angolo.



Italia (9 posti)
Immagine
Filippo Pozzato, Marzio Bruseghin, Francesco Gavazzi, Daniel Oss, Vincenzo Nibali, Luca Paolini, Matteo Tosatto, Enrico Gasparotto, Giovanni Visconti

Australia (9 posti)
Immagine
Baden Cooke, Allan Davis, Cadel Evans, Simon Gerrans, Matthew Goss, Mathew Hayman, Stuart O'Grady, Michael Rogers, Wesley Sulzberger

Belgio (9 posti)
Immagine
Philippe Gilbert, Mario Aerts, Jan Bakelandts, Leif Hoste, Kevin De Weert, Björn Leukemans, Jürgen Roelandts, Greg Van Avermaet, Frederik Willems

Germania (9 posti)
Immagine
André Greipel, Tony Martin, Marcel Sieberg, Bert Grabsch, Christian Knees, Fabian Wegmann, Danilo Hondo, Dominic Klemme, Paul Martens

Olanda (9 posti)
Immagine
Karsten Kroon, Koos Moerenhout, Jos van Emden, Lars Boom, Sebastian Langeveld, Niki Terpstra, Wouter Poels, Koen de Kort, Steven Kruijswijk

Russia (9 posti)
Immagine
Alexander Kolobnev, Vladimir Karpets, Vladimir Gusev, Pavel Brutt, Egor Silin, Eduard Vorganov, Arten Ovechkin, Alexander Porsev, Yury Trofimov

Spagna (9 posti)
Immagine
Óscar Freire, Carlos Barredo, Imanol Erviti, Luis León Sánchez, Francisco José Ventoso, Samuel Sánchez, Juan Manuel Gárate, Rubén Plaza, Haimar Zubeldia

Stati Uniti (9 posti)
Immagine
Tyler Farrar, Ted King, Craig Lewis, Jason McCartney, Danny Pate, Tom Peterson, Christian Vande Velde, Tejay Van Garderen, David Zabriskie

Svizzera (7 posti)
Immagine
Michael Albasini, Fabian Cancellara, Martin Elmiger, Steve Morabito, Gregory Rast, Danilo Wyss, Martin Kohler

Francia (7 posti)
Immagine
Sylvain Chavanel, Yoann Offredo, Anthony Geslin, Romain Feillu, William Bonnet, Cycril Gautier, Sébastien Hinault

Slovenia (7 posti)
Immagine
Janez Brajkovic, Grega Bole, Simon Spilak, Gorazd Stangelj, Kristijan Koren, Jure Kocjan, Borut Bozic

Danimarca (6 posti)
Immagine
Matti Breschel, Anders Lund, Chris Anker Sørensen, Alex Rasmussen, Lars Ytting Bak, Michael Mørkøv

Polonia (6 posti)
Immagine
Maciej Bodnar, Michal Golas, Barotsz Huzarski, Jaroslaw Marycz, Marcin Sapa, Przemyslaw Niemiec

Kazakistan (5 posti)
Immagine
Assan Bazayev, Dimytry Fofonov, Maxim Iglinsky, Alexander Dyachenko, Sergey Renev

Portogallo (5 posti)
Immagine
Manuel Cardoso, Samuel Caldeira, Hernâni Brôco, André Cardoso, José Mendes

Ucraina (5 posti)
Immagine
Andriy Grivko, Yuri Metlushenko, Denis Kostyuk, Oleksandr Kvachuk, Oleksandr Sheydykh

Lussemburgo (3 posti)
Immagine
Fränk Schleck, Laurent Didier, Ben Gastauer

Argentina (3 posti)
Immagine
Juan Josè Haedo, Lucas Sebastian Haedo, Matias Medici


Gran Bretagna (3 posti)
Immagine
Mark Cavendish, Jeremy Hunt, David Millar

Irlanda (3 posti)
Immagine
Nicolas Roche, David McCann, Matthew Brammeier

Norvegia (3 posti)
Immagine
Thor Hushovd, Edvald Boasson Hagen, Alexander Kristoff

Slovacchia (3 posti)
Immagine
Peter Velits, Peter Sagan, Martin Velits



Austria
Bernhard Eisel, Peter Wrolich

Bielorussia
Kanstantin Siutsou
Yahueni Hutarovich

Brasile
Murilo Fischer

Canada
Svein Tuft
Christian Meyer
Dominique Rollin

Cile
Carlos Oyarzun

Colombia
José Serpa Pérez
Diego Tamayo

Croazia
Matija Kvasina
Hrvoje Miholjevic
Radoslav Rogina

Estonia
Kalle Kriit
Tanel Kangert
Silver Schultz

Giappone
Yukiya Arashiro
Fumiyuki Beppu
Yukihiro Doi

Lituania
Ignatas Konovalovas

Marocco
Arieda Aarbia
Tarik Chaoufi
Med Said El Ammoury
Adil Jelloul
Mohssine Lahsaini
Abdelati Saadoune

Nuova Zelanda
Julian Dean
Greg Henderson
Hayden Roulston


Repubblica Ceca
Peter Bencik
Leopold Konig

Serbia
Zolt Der
Esad Hasanovic

Sudafrica
Jay Thompson
Daryl Impey
Darren Lill

Svezia
Gustav Larsson
Jonas Ljungblad

Venezuela
Carlos Ochoa
Jackson Rodríguez

Nessun commento: