FRASE CELEBRE

"Il ciclismo mi mancherà certo, ma anche io, ne sono convinto, mancherò al ciclismo".

Marco Pantani


ciclismoAruotaliberA su youtube:

Loading...

Vota il nostro blog

Cerca nel blog

PRIMO PIANO

venerdì 17 settembre 2010

Anche alla Vuelta ecco Caventrish!

La vittoria da assuefazione. Lo  ha dimostrato ancora una volta Mark Cavendish, che dopo il full al Tour ha centrato il tris alla Vuelta vincendo la 18a tappa in programma: la Valladolid-Salamanca di 148,9 km. Era il grande atteso di giornata e non ha tradito le attese, regolando allo sprint Juan José Haedo (Saxo Bank) e Manuel Cardoso (Footon-Servetto). Il velocista britannico ha vinto di una bicicletta dimostrando di non avere rivali al momento in terra spagnola, visto anche la scarsa brillantezza di Tyler Farrar; l'unico assieme al ritirato Petacchi in grado di poter impensierire il cacciatore di tappe. La frazione si è svolta secondo il copione di rito. Si è staccata nelle prime fasi della corsa una fuga composta da: Dominik Roels (Team Milram), Alberto Benitez (Footon-Servetto), Juan Javier Estrada (Andalucia-Cajasur), Jose Toribio (Andalucia-Cajasur), Pablo Urtasun (Euskaltel-Euskadi), Alexandre Pichot (BBOX Bouygues Telecom), Daniele Pietropolli (Lampre-Farnese Vini) e Olivier Kaisen (Omega Pharma-Lotto), che è stata per tutta la giornata gestita al meglio dal gruppo guidato dai team dei velocisti. Gli attaccanti sono quindi stati riassorbiti a circa 10 km dall'arrivo. Poi c'è  giusto il tempo per un tentativo di Philippe Gilbert (Omega-Lotto), ripreso senza troppi patemi dal gruppo che si è quindi preparato allo sprint finale. Negli ultimi km l'HTC ha preso in mano le redini del gioco e Matthew Goss ha come sempre svolto al meglio il proprio lavoro di apripista, finalizzato con il solito lieto fine dallo scatenato Cannonball. L'arrivo ad alta velocità ha creato ventagli nel gruppo, ma nella generale non c'è stato alcun cambiamento. Nibali resta in rosso con 39" di margine su Mosquera. Tutto si deciderà sulla Bola del Mundo nella 20a tappa. Nella 19a frazione invece, tutti attendono ancora Mark Cavendish: pronto a calare il poker...


Ordine d'arrivo

1. Mark Cavendish (HTC-Columbia)
2. Juan José Haedo (Saxo Bank)
3. Manuel Cardoso (Footon – Servetto)
4. Tyler Farrar (Garmin)
5. Samuel Dumoulin (Cofidis)
6. Robert Forster (Milram)
7. Enrique Mata (Footon – Servetto)
8. Greg Van Avermaet (Omega Pharma)
9. Wouter Weylandt (Quick Step)
10. Danilo Hondo (Lampre)



Classifica Generale

1. Vincenzo Nibali (Liquigas)
2. Ezequiel Mosquera (Xacobeo) +0’39″
3. Peter Velits (HTC-Columbia) +2’00″
4. Frank Schleck (Saxo Bank) +3’44″
5. Joaquin Rodriguez (Katusha) +3’45″
6. Xavier Tondo (Cervélo) m.t.
7. Thomas Danielson (Garmin) +3’55″
8. Nicolas Roche (AG2R La Mondiale) +4’03″
9. Carlos Sastre (Cervélo) +4’13″
10. Luis Leon Sanchez (Caisse d’Epargne) +5’43″

Nessun commento: