FRASE CELEBRE

"Il ciclismo mi mancherà certo, ma anche io, ne sono convinto, mancherò al ciclismo".

Marco Pantani


ciclismoAruotaliberA su youtube:

Loading...

Vota il nostro blog

Cerca nel blog

PRIMO PIANO

lunedì 30 agosto 2010

VUELTA 2010. Prime scintille sullo strappo di Malaga: colpaccio di Gilbert, Nibali risponde presente

Ci sono alcune edizioni dei grandi giri in cui  nella prima settimana si vedono solo tappe soporifere e  piatte come una tavola da surf, con arrivi in volata che sembrano uno la fotocopia dell'altro. In altri giri invece fin dai primi giorni vengono inserite tappe insidiose, capaci di lasciare già qualche segno in classifica generale. Questo è il caso della Vuelta 2010: pochi preamboli e un percorso vivace; che già dalla terza frazione ha iniziato a far scoprire le carte ai capitani ed ha emesso verdetti importanti.

Nell'arrivo della terza frazione sullo strappetto di Malaga il belga Gilbert (Omega Pharma-Lotto) è partito a cannone negli ultimi 500 metri andando a cogliere il successo di giornata e la maglia rossa; lasciando qualche turbamento al CT Bettini in prospettiva mondiale: uno così potrebbe essere un rivale da non sottovalutare. A 3" di distacco, se di distacco si può trattare, ecco "el Puerito" Joaquim Rodriguez che si dimostra agile e scattante pronto a dimostrarsi anche solido e costante nelle tappe decisive. Terzo classificato a 13" Igor Anton (Euskaltel) che nella corsa di casa ritrova la strada smarrita qualche tempo fa e si candida al ruolo di sorpresa della Vuelta; anche se le salite vere saranno l'esame definitivo. Quarto posto a 15" per Vincenzo Nibali (Liquigas), che vale però molto di più a livello psicologico: il suo attacco nel finale e la gamba vista in un arrivo poco adatto alle sue caratteristiche fanno ben sperare che tra le altre carte rimaste in mano dello Squalo ci sia più di qualche asso. Denis Menchov risponde presente e chiude 7° a 18", F.Schleck arriva 19" secondi dopo il vincitore e fa capire di essere il capitano della Saxo per questa Vuelta; visto anche i 14' di ritardo del fratellino Andy, che in questa Vuelta quindi vestirà i panni del comprimario, mettendosi a disposizione del fratellone per aiutarlo a salire sul podio di Madrid. Sastre e Kreuziger a 30" cedono qualcosa ai rivali per la generale; ma sanno che questa era solo una scaramuccia: la guerra è appena iniziata.

2 commenti:

filippo ha detto...

sai se alla vuelta ci sono gli abbuoni?
ps: bettini ne avrà di pensieri quest'anno..

mr.dry ha detto...

Si ci sono gli abbuoni classici: 20'' al primo 12'' al secondo e 8'' al terzo. Speriamo che con questo sistema i favoriti della Vuelta cerchino di distanziarsi a vicenda evitando così arrivi in stile Tourmalet