FRASE CELEBRE

"Il ciclismo mi mancherà certo, ma anche io, ne sono convinto, mancherò al ciclismo".

Marco Pantani


ciclismoAruotaliberA su youtube:

Loading...

Vota il nostro blog

Cerca nel blog

PRIMO PIANO

venerdì 6 agosto 2010

Le salite lasciano il segno in Polonia: Martin vince il Jackpot

In una sola "mano" Daniel Martin (Garmin) si aggiudica l'intera posta in gioco: tappa e maglia gialla. L'irlandese transita primo sull'arrivo in salita di Ustron, distanziando i 9 inseguitori di 20", tra questi: Alessandro Ballan (BMC), Grega Bole, (Lampre) Mauro Santambrogio (BMC) e il giovanissimo e talentuso Diego Ulissi (Lampre). Non brilla l'atteso e favorito Sylvester Smydz, che apparentemente paga ancora un Giro d'Italia stratosferico al fianco di Basso e Nibali, e un Tour certo non esaltante, ma sono sempre 3400 km nelle gambe. Il polacco è comuqnue arrivato nel gruppetto dei primi ritardatari, rimanendo in corsa per un possibile successo finale.

Il primo arrivo in salita ha stravolto la classifica generale, come era intuibile, e proietta Martin verso la possibilità di vincere il Giro di Polonia. Tra lui e il successo ancora una tappa di Montagna: la 6a frazione, che ripropone ascese ripide e quindi potrebbe rimescolare le carte. Martin però sembra un abile giocatore, e potrebbe non avere giocato tutti gli assi a sua disposizione.

Classifica geberale:

1) Daniel Martin (Garmin)
2) Grega Bole (Lampre) 14"
3) Alessandro Ballan (BMC) 21"
4) Sylvester Smyzd (LIquigas) 26"
5) Michael Albasini (THR) 28"
6) Bauke Mollema (RAB) 29"
7) RUTKIEWICZ Marek (POL) 30''
8) ULISSI Diego (LAM) 30''
9) SANTAMBROGIO Mauro (BMC) 30''
10) DANIELSON Thomas (GRM)  30''



Nessun commento: