FRASE CELEBRE

"Il ciclismo mi mancherà certo, ma anche io, ne sono convinto, mancherò al ciclismo".

Marco Pantani


ciclismoAruotaliberA su youtube:

Loading...

Vota il nostro blog

Cerca nel blog

PRIMO PIANO

sabato 21 agosto 2010

Cunego scelta di cuore: resta in Lampre

Ci ha pensato molto in questi ultimi mesi. Di cambiare aria, di voltare pagina e partire con una nuova avventura in un nuovo team. Di lasciarsi dietro tutto, delusioni e rimpianti per le ultime stagioni certamente non all'altezza del proprio talento e delle aspettative sue e dell'ambiente. Come se cambiare squadra fosse il modo migliore per lasciarsi alle spalle i fantasmi e le zavorre del passato. La testa diceva questo. Alla fine però Damiano Cunego ha scelto col cuore: resterà in Lampre, nella sua "famiglia" ciclistica, per altre due stagioni almeno. Tramontano quindi definitivamente le ipotesi di fantaciclismo che lo volevano corteggiato da Liquigas, Geox, Sky e mezzo Pro Tour, tutti pronti a scommettere sul rilancio del piccolo principe.
La scelta di restare ancora nella squadra dei fratelli Galbusera è coraggiosa, coerente, ambiziosa e se vogliamo testarda. Damiano però ha le sue ragioni. Prima di tutto conosce l'ambiente, sente la fiducia del team e si sente leader naturale della formazione; dove nonostante periodi di appannamento non è mai stato messo in discussione. In secondo luogo nel 2011 la Lampre si fonderà come sponsor con la ISD, e arriverà come nuovo direttore sportivo Roberto Damiani (attualmente in Omega Pharma-Lotto), pronto a dare una svolta tecnica alla squadra che vanta una rosa di buon livello. La prima scelta di Damiani sembra sarà quella di inaugurare una stretta collaborazione con il centro Mapei di Aldo Sassi, storico metodologo dello sport: già allenatore personale di Ivan Basso, Cadel Evans e Michael Rogers. 
Cunego resterà quindi in Lampre, ma Damiani è pronto a portare una ventata d'aria fresca, quella del cambiamento: quella che voleva Damiano, senza dover fare le valigie.



6 commenti:

mr.dry ha detto...

Sicuramente la Lampre dovrà far meglio la prossima stagione.... nei grandi giri l'ingaggio di Scarponi garantisce buone possibilità di piazzamento al Giro.Se fossi in Cunego gli consiglierei di dedicarsi alla classiche e alla Vuelta e mondiale lasciando perdere Giro e Tour e tutta la parte centrale della stagione...spero che la decisione intrapresa possa essere quella giusta anche se ho i miei dubbi...in alcuni casi cambiare aria serve a far ritrovare se stessi

filippo ha detto...

anche secondo me faceva bene a cambiare..

Jeeper ha detto...

Concordo sul fatto che Cunego debba concentrarsi sulle corse da un giorno, mondiale e brevi corse a tappe; al massimo un grande giro come cacciatore di tappe. Sul fatto di cambiare squadra non sono così convinto. Credo abbia avuto altri problemi legati alla modalità degli allenamenti, agli stimoli e alla gestione della corsa. Cambiare Ds gli farà bene, e magari consultare un grande esperto come Sassi potrebbe fargli scoprire un modo più proficuo e adatto per allenarsi. Certo Cunego in Liquigas mi affascinava come prospettiva, ma sono convinto che Damiano possa trovare una propria dimensione scoprendo se stesso, indipendentemente dal team in cui milita.

Manuel (Ciclismo PST) ha detto...

Visto che Lampre e ISD si sono messe insieme, deduco che Visconti sarà compagno di team del "bocia".
In più, se ci mettiamo Scarponi, neo acquisto, il prossimo anno Cunego sarà meglio che torni a vincere le corse e non solo continuare ad arrivarci vicino.
Scarponi e Visconti non saranno lì per fare da gregari al biondo veronese.

filippo ha detto...

solo lo sponsor isd affiancherà la lampre. Visconti e resto dell'attuale squadra isd restano dove sono e cipollini entrerà come sponsor principale, al posto della isd appunto..

Jeeper ha detto...

Si confermo...Visconti rimarrà nella sua attuale formazione...