FRASE CELEBRE

"Il ciclismo mi mancherà certo, ma anche io, ne sono convinto, mancherò al ciclismo".

Marco Pantani


ciclismoAruotaliberA su youtube:

Loading...

Vota il nostro blog

Cerca nel blog

PRIMO PIANO

venerdì 27 agosto 2010

Percorso Vuelta di Spagna 2010

La 65a edizione della Vuelta di Spagna partirà da Sivilgia il 28 agosto e terminerà a Madrid il 19 settembre nella capitale Madrid. La novità principale è il cambio di colore della maglia di leader. Messa in pensione la maglia oro, la Amarillo, farà il suo esordio la magia rossa: "la Roja" che celebra il 75° anniversario della corsa iberica. Sul resto si cambia poco. Previste 11 tappe di pianura o vallonate, adatte a velocisti o attaccanti, mentre sono 8 le frazioni di montagna di cui 6 cono con arrivo in salita. A queste si devono aggiungere il prologo, una crono a squadre di 16,5 km, e l'unica crono individuale di 46 km. Due i giorni di riposo previsti dagli organizzatori. Anche la Vuelta intraprende quindi la strada che hanno spianato in questo 2010 il Giro e il Tour disegnando percorsi con pochi km contro il tempo e tanta salita. Vuelta quindi che strizza l'occhiolino agli scalatori: questa edizione si vince in salita, come piace agli appassionati.

Le prime salite dure faranno capolino nell'8a tappa con l'arrivo in quota a Xorret de Catì. Nell'11a tappa ecco il classico arrivo pirenaico ad Andorra Pal per scoprire le prime carte. Successivamente ecco 3 tappe di montagna consecutive nel passaggio tra Cantabria e Asturie: la 14a presenta un finale verso Pena Cabarga con pendenze medie del 10%; poi sotto con una cima storica di categoria "Especial": la cima di Lagos de Covadonga con picchi al 13%. A chiudere la tre giorni in altura ecco l'arrivo indedito a Cotobello con una tappa che riserva prima dell'ascesa finale ben 3 colli di prima categoria. Ultimo arrivo in salita nella penultima tappa, giusto prima di Madrid: arrivo in quota alla mitica cime Especial "Bola del Mundo" con picchi del 13% dove probabilmente ci deciderà la corsa spagnola.
Tracciato duro e selettivo, tanta salita e terreno in abbondanza per i cacciatori di tappa in cerca in Spagna di affinare la preparazione in vista del mondiale di Melbourne.

Il percorso è tipicamente spagnolo, con numerose tappe vallonate, mangia e bevi per dirla in gergo ciclistico. Numerose le frazioni "spezzagambe" ricche di insidie, non solo adatte ad attaccanti e finisseur, ma che potrebbero lasciare spazio anche a qualche Big con coraggio e fantasia. Con un percorso così nervoso, imprevedibile e adatto agli attacchi ci si aspetta quindi una corsa avvincente, fantasiosa, elettrizzante, grintosa e con qualche sorpresa. Si spera con meno tatticismi e più emozioni.

Le tappe nel dettaglio:

1ª 28/08 Siviglia - Siviglia cronosquadre di 16,5 km












Cronosquadre in notturna. Passerella spettacolare tra le vie del centro di Siviglia.







2ª 29/08 Alcalá de Guadaíra - Marbella di 173 km


Si prospetta uno sprint a gruppo compatto, arrivano le ruote veloci. Si arriva a Marbella dove nel 1996 vinse Baldato.








3ª 30/08 Marbella - Málaga di 156 km


L'arrivo con strappetto finale è un invito a nozze per gli i finisseur.









4ª 31/08 Malaga - Valdepeñas di 177 km




Attenzione alle fughe da lontano. Tappa frastagliata adatta a varie interpretazioni. L' Ultimo GPM ai meno 7 km dall'arrivo potrebbe essere decisivo.










5ª 01/09 Guadix - Lorca di 194 km


Giornata per i velocisti.









6ª 02/09 Caravaca de Cruz - Murcia di 144 km

Tappa brevissima, meno di 150 km. Lo strappetto della Cresta del Gallo è il trampolino ideale per un'azione nel finale.








7ª 03/09 Murcia - Orihuela di 170 km


Terreno ideale per gli sprinter.











8ª 04/09 Villena - Xorret del Catí di 188,8 km



Arrivano le prime salite selettive. Nel finale ascesa a Xorret de Catì a quota 1100 metri, cima di prima categoria. Primo palcoscenico per i Big.








9ª 05/09 Calpe - Alcoi di 187 km

7 colli da superare per una tappa durissima che spezzerà le gambe ai corridori. Ennesimo giorno per i cacciatori di tappe prima del giorno di riposo. Attenzione però a non farsi sorpredere.







10ª 07/09 Tarragona - Vilanova i la Geltrú di 173,7 km



Tappa ondulata con il GPM di prima categoria Rat Penat a 30 km dall'arrivo che potrebbe tagliare fuori i velocisti.






11ª 08/09 Vilanova i la Geltrú - Andorra di 208 km



Si arriva a 2000 metri. Giornata per scalatori: qui i Big scopriranno le loro carte. Si arriverà ad Andorra Pal sui Pirenei. Li si vedrà chi potrà vincere la Vuelta e chi abbandonerà per primo i sogni di gloria.





12ª 09/09 Andorra la Vella - Lleida di 175 km



Si scende dai Pirenei. Arrivo in volata a ranghi compatti.







13ª 10/09 Rincón de Soto - Burgos di 193,7 km


La quiete prima della tempesta. Ancora di scena i velocisti, prima di lsciare il palcoscenico per tre giorni ai Big.









14ª 11/09 Burgos - Peña Cabarga di 178,8 km




Inizio della tre giorni in montagna. ATTO PRIMO: Pena Cabarga. Arrivo in quota con pendenze del 10%. Giornata di bagarre per chi vuole arrivare in rosso a Madrid.







15ª 12/09 Solares - Lagos de Covadonga di 170 km



ATTO SECONDO. Lagos de Covadonga. 13 km con pendenze medie del 7,6 % e picchi del 13% dove i Big si daranno battaglia. Attesi verdetti importanti.








16ª 13/09 Gijón - Alto de Cotobello di 179,3 km


ATTO TERZO. Cotobello. Salita inedita nella corsa spagnola. Con la classifica delineata questa ultima tappa della tre giorni in quota potrebbe fare male a molti.









17ª 15/09 Peñafiel - Peñafiel cronometro di 46 km


Unica crono individuale. Tracciato pianeggiante adatto ai cronoman specialisti. Attesa una lotta serrata tra i Big della generale per guadagnare secondi preziosi.








18ª 16/09 Valladolid - Salamanca di 153 km



Tappa di trasferimento: fuga o arrivo in gruppo? Questo è il problema.








19ª 17/09 Piedrahita - Toledo di 200 km


Giornata di attesa snervante: tutti i capitani sotto coperta prima della resa dei conti. Giornata per i velocisti.






20ª 18/09 San Martín de Valdeiglesias - Bola del Mundo (Navacerrada) di 168,8 km


Resa dei conti sulla Bola del Mundo: i 4 km finali sono al 13% dove si dovrà dare tutto. In cima alla mitica salita avremo il nome della maglia rossa 2010.










21ª 19/09 San Sebastián de los Reyes - Madrid di 100 km

Passerella finale a Madrid e giù il sipario sulla Vuelta di Spagna 2010.

Nessun commento: