FRASE CELEBRE

"Il ciclismo mi mancherà certo, ma anche io, ne sono convinto, mancherò al ciclismo".

Marco Pantani


ciclismoAruotaliberA su youtube:

Loading...

Vota il nostro blog

Cerca nel blog

PRIMO PIANO

venerdì 14 gennaio 2011

Stagione 2011, licenze Pro Tour

Nel finire della scorsa stagione l'UCI ha presentato la lista dei 18 team che nel 2011 avranno licenza Pro Tour. Queste formazioni avranno il diritto-dovere di partecipare obbligatoriamente a tutte le corse del calendario UCI Pro Tour, e da quest'anno anche ai 3 grandi giri a tappe: Giro, Tour e Vuelta. Per il calendario ufficiale dell'UCI vi invitiamo a consultare quello da noi inserito nella sidebar sulla destra del nostro blog. Abbiamo inserito tutti gli appuntamenti con le rispettive date, ed una volta terminati gli eventi inseriremo il nome del vincitore.


Per quando riguarda l'assegnazione delle tanto ambite licenze l'UCI ha come sempre utilizzato parametri non del tutto chiari. In linea di massima si è tenuto conto dei punteggi ottenuti negli ultimi due anni nel circuito Pro Tour dai corridori facenti parte della squadra. Per assurdo in questo modo il neonato Team Leopard si è classificato al primo posto, visto i tanti campioni acquistati nei mesi recenti. Giusto quindi attribuire le licenze sulla base dei risultati dei singoli piuttosto che su quelli di squadra? I dubbi rimangono. I team per poter ottenere questo pass-partout valido per tutto l'anno devono anche essere in grado di fornire garanzie economiche, in termini di sponsor e fideiussioni bancarie. Insomma più soldi hai e più corridori vincenti hai  sotto contratto più sei forte. Anche se hai appena ingaggianto tali corridori, e anche se i risultati ottenuti si aggira l'ombra del doping. Troppi numeri, poca etica, scarso riconoscimento al merito  e al lavoro dei team, nonchè alla morale sportiva.

 Critiche doverose a parte ecco la lista dei 18 team, tra cui non figurano le retrocesse GeoxCofidis, ma compaiono la BMC di Evans, la Radioshack di Armstrong e la Vacansoleil di Riccò, che l'anno scorso militavano nel Continental:

  • AG2R
  • Garmin-Cervélo
  • Katusha
  • Lampre-ISD
  • Omega Pharma-Lotto
  • Quick Step
  • Rabobank
  • Saxo Bank SunGard
  • Sky
  • RadioShack
  • BMC
  • Euskaltel-Euskadi
  • HTC-Highroad
  • Liquigas-Cannondale
  • Luxembourg Pro Cycling Project
  • Movistar
  • Astana
  • Vacansoleil-DCM

1 commento:

Manuel (Ciclismo PST) ha detto...

Radioshak forse è tenuta lì dal Cow-boy, che tramite gli sponsor quasi personali di Trek, Nike, Giro (caschi) ha il budget.