FRASE CELEBRE

"Il ciclismo mi mancherà certo, ma anche io, ne sono convinto, mancherò al ciclismo".

Marco Pantani


ciclismoAruotaliberA su youtube:

Loading...

Vota il nostro blog

Cerca nel blog

PRIMO PIANO

martedì 11 gennaio 2011

Arrivederci Professor Aldo Sassi...

Con colpevole ritardo ci aggiungiamo pubblicamente al cordoglio e al dolore per la scomparsa del professor Aldo Sassi, un luminare della metodologia dello sport, stroncato da un male incurabile poche settimane fa.
Da anni guiava il Centro Mapei Sport di Castellanza, dove seguiva campioni come Cadel Evans, Ivan Basso, Michael Rogers, fino alle ultime collaborazioni con Riccardo Riccò e Damiano Cunego. Nato nel 1959 a Valmorea, era tecnico di ciclismo dal 1982.


Nel 1983-84 fece parte dello staff che preparò Moser al record dell'ora. Dal 1996 al 2002 è stato responsabile dell'allenamento della mitica Mapei: la squadra dei record. Ha scritto numerosi libri e articoli sulla preparazione nel mondo dello sport, e dal 2002 dirigeva il centro Mapei Sport a Castellanza, un vero e proprio laboratorio all'avanguardia nello studio degli allenamenti sportivi e nella gestione delle sessioni di training degli atleti.

Tra le sue ultime imprese va ricordata quella di aver contribuito a riportare Ivan Basso ai livelli di un tempo, dandogli fiducia e credendo il lui quando il varesino era squalificato e stava vivendo il momento peggiore della propria carriera. Aldo Sassi ha lavorato sodo con Basso, avendo giusto il tempo di vederlo risorgere sportivamente vincendo il Giro D'Italia 2010.
Chi vi scrive ascolatava i suoi illuminanti interventi sul sito gazzetta.it dopo le tappe del Giro d'Italia e lo reputava una delle persone per bene del mondo del ciclismo. Il suo lavoro encomiabile e le sue tesi  sugli allenamenti sportivi rimarranno per sempre a portata di tutti a testimonianza della sua serietà, competenza e bontà d'animo. Lo Staff di AruotaliberA si unisce al dolore del mondo del ciclismo e dello sport e rivolge le più sentite condoglianze alla famiglia e agli amici.

Ringraziando e ricordando il Professor Aldo Sassi per averci restiutito un campione ed indicato a molti altri la retta via, continueremo a ricordare e predicare il suo messaggio: "Si può vincere senza doping".

Arrivederci Professore...


Nessun commento: