FRASE CELEBRE

"Il ciclismo mi mancherà certo, ma anche io, ne sono convinto, mancherò al ciclismo".

Marco Pantani


ciclismoAruotaliberA su youtube:

Loading...

Vota il nostro blog

Cerca nel blog

PRIMO PIANO

lunedì 28 febbraio 2011

Giro di Sardegna, l'ultima và a Scarponi e Sagan vince la Generale

L'ultima frazione del Giro di Sardegna 2011, giunto alla sua 29a edizione, vedeva i corridori impegnati nella Oristano-Gesturi di km 174. Alla vigilia della quinta e conclusiva tappa della kermesse sarda, il giovane sloveno della Liquigas, Peter Sagan aveva consolidato la sua leadership con tre vittorie parziali, mettendosi alle spalle, nella graduatoria generale, ciclisti ambiziosi come il veronese della Lampre Damiano Cunego e il colombiano Jose Serpa della Androni Giocattoli. Queste tre formazioni hanno caratterizzato e, a tratti, infiammato la corsa a tappe.
Lo stesso è accaduto sabato quando, in seguito all'annullamento di una fuga condotta da "sei" evasi dal gruppo, tra i quali Yaroslav Popovych (Radio Shack), il team leader Liquigas ha imposto un'andatura elevata in vista del traguardo finale, completata dall'aiuto della Radio Shack che cercava un successo di tappa in questa competizione, così avara di risultati per le formazioni straniere.
Negli ultimi 10 km ci sono stati altri tentativi d'attacco da parte di singoli corridori ma sono stati ben presto rintuzzati dalle squadre dei capoclassifica. A poco meno di 5 km dall'arrivo, con l'inizio del tratto in sterrato, è stato Michele Scarponi (Lampre) a sferrare la stoccata giusta nel tratto più ostico dell'ascesa finale: solo Jose Serpa è riuscito a rimanere con il marchigiano mentre dietro cercavano di resitere, e contenere il distacco, Cunego e Sagan assieme a Eros Capecchi (Liquigas) Robert Kiserlovski (Astana) Pavel Brutt (Katusha) e Angel Vicioso (Androni Giocattoli).
Scarponi e Serpa hanno proseguito nel loro forcing, mantenendo una decina di secondi di vantaggio quando ne mancavano 1.000 di metri alla linea d'arrivo; dietro Sagan cercava di recuperare terreno, supportato dall'ottimo lavoro del compagno di squadra Capecchi.
Ma a nulla è valso, perchè a poche centinaia di metri dall'arrivo Michele Scarponi ha accelerato senza fronzoli ed ha avuto la meglio su un provato Serpa, che con il secondo posto di tappa raccoglie pure il secondo posto finale nella corsa a tappe. Buon piazzamento di Cunego che arriva terzo,posizione che otterrà anche nella graduatoria finale. Peter Sagan chiude quarto ma può esultare per la vittoria finale del Giro di Sardegna con un margine di appena 3 secondi. Dopo il successo di Bennati (attualmente, Team Leopard) nel 2009 e Kreuziger (attualmente, Astana) la Liquigas centra il terzo successo consecutivo nella corsa a tappe sarda.

1 commento:

mr.dry ha detto...

Ma perchè la Radioshack ha tirato con Popovich in fuga? non capisco...hai fatto bene a sottolineare il dominio dei team italiani in questa corsa. Chissà che Liquigas e Lampre possano dire la loro in questa stagione..